mercoledì 26 giugno 2019
La mia Ostia
facebook youtube instagram twitter pinterest

La Ciurma saluta il vescovo Don Paolo

La Ciurma saluta il vescovo Don Paolo

Dopo quattro anni Don Paolo lascia il nostro territorio per un nuovo incarico a Siena: ascoltiamo il suo stato d’animo e i suoi nuovi propositi



In occasione dei quattro anni dall’inaugurazione del centro socio-pedagogico della ciurma nella scuola Segurana, ieri si è voluto salutare il nostro Don Paolo, pronto per la sua nuova avventura a Siena.
Ad organizzare l’incontro Sara Pitacco e Stefano di Tomassi: “Non poteva mancare in prima fila la partecipazione del Vescovo Paolo Lojudice che da qualche giorno è stato nominato dal Santo Padre Arcivescovo Metropolita di Siena, segno di come gli uomini più vicini ai carismi cristiani di Bergoglio e alla sua rivoluzione della tenerezza, che parte anzitutto all'interno della Chiesa, vengano inviati li dove occorre che la viva predicazione di Gesù sia in mezzo alla gente, nelle città importanti.”
Don Paolo è un Vescovo “Pastore” che tante volte ha richiamato alla memoria i pilastri cristiani del nostro territorio quali furono l’indimenticabile Clemente Riva o l'eroico Di Liegro.
“Innamorato delle periferie, dove è viva e concreta la presenza del Vangelo e innamorato di Ostia, dove ha saputo portare il Santo Padre diverse volte tra cui lo storico Corpus Domini dello scorso anno spostando l’attenzione verso questi territori in questi ultimi anni così tribolati.”
La Via Crucis a Piazza Gasparri, la presenza giornaliera presso le comunità parrocchiali e presso tante famiglie, nelle case, ma anche la vicinanza con i laici e le associazioni, nonché la volontà coraggiosa di riunire i Parroci e i Sacerdoti delle 8 Chiese Ostiensi facendo dare il “buon esempio” di fraternità e collaborazione, tutto questo lascia un esempio indelebile di come si è e si fa da Sacerdoti e come questi siano anzitutto Pastori prima che amministratori di riti e dispensatori di norme magisteriali, formalità o teologi locali. L’eredità che raccoglie il suo successore, Vescovo Ruzza, è enorme e il percorso per Ostia e il suo territorio di Ecclesia locale nella più ampia comunità di Roma, come suggeriva Papa Francesco citando, primo pontefice, 'Città di Ostia' e come don Paolo sempre ci teneva a dire e sottolineare, è una strada dalla quale non si potrà più tornare indietro.
L’attenzione di don Paolo verso la storia delle comunità e delle parrocchie ostiensi, espressa negli incontro tra varie chiese di 'per amore della mia terra', tra vari operatori ma anche tra docenti delle scuole pubbliche, è una rotta nuova quanto mai più vicina al cuore di Papa Francesco e alla presenza vera di chi si comporta come Gesù e di cui per questo ci si affida con fiducia e si crede.
“Don Paolo Vescovo ha mostrato concretamente di essere un punto di riferimento, un'istituzione viva e presente in mezzo alla gente, in una definizione IL VESCOVO DI OSTIA proprio come tanti lo chiamavano e di cui tutti di fatto hanno davvero bisogno. Grazie don Paolo.”

di Aldo Marinelli del 05 giugno 2019

Speciali


Sulla buona strada, triangolare benefico di calcio in ricordo di Elena e Noemi

Sulla buona strada, triangolare benefico di calcio in ricordo di Elena e Noemi

Condotto da Carlo Zampa e Patrick Vom Bruck l'evento di oggi ha dato una scossa, come ha detto la madre di Elena Aubry sul campo di calcio

di Aldo Marinelli del 23 giugno 2019

 
Stefano Fioretti, il Vigile del Fuoco di Ostia che ha salvato i tre bambini di Ischia

Stefano Fioretti, il Vigile del Fuoco di Ostia che ha salvato i tre bambini di Ischia

Stefano, Vigile del Fuoco nella caserma di Ostia, insieme al suo collega Marco De Felici, racconta come ha portato in salvo i tre bambini di Casamicciola, Paqualino, Mattias e Ciro, intrappolati sotto le macerie del terremoto

di Aldo Marinelli del 05 settembre 2017

 
Perchè ad Ostia si vede l'alba sul mare?

Perchè ad Ostia si vede l'alba sul mare?

Analizziamo i movimenti del sole all'alba e al tramonto nel corso di un anno; da novembre a febbraio sia l'alba che il tramonto sono visibili sul mare, come riferimento il nostro pontile

di Aldo Marinelli del 16 settembre 2016

 
Sara Sabbatini, cercherò di riversare il pezzetto di sé che ogni persona mi ha lasciato

Sara Sabbatini, cercherò di riversare il pezzetto di sé che ogni persona mi ha lasciato

Grazie per avermi fatto vedere Ostia così diversa da come la percepivo, ma così stranamente mia

di Aldo Marinelli del 25 giugno 2019

 
Curriculum |m@il | © 2013 2017 LaMiaOstia la mia ostia

Registrazione presso il Tribunale di Roma n.143/2016 dell'11 luglio 2016