martedì 26 settembre 2017
La mia Ostia
facebook youtube instagram twitter pinterest

Nicole ed i suoi amici insetti: la sputasangue

Nuova avventura surreale per Nicole e gli insetti: oggi tocca ad un animale dallo strano nome, la sputasangue


Nicole ed i suoi amici insetti: la sputasangue

Soprattutto in autunno, gironzolando per i prati o per i boschi, quando vado con mio papà nella Pineta di Castelfusano vedo dei piccoli coleotteri neri che camminano pian piano.
Mi è capitato di vederne uno l’altro giorno e stavolta ne ho approfittato per parlarci.
“Hey tu” gli dico
Spaventato l’animaletto si gira e mi risponde “Ma chi sei?”
Io allora lo prendo, ma subito mi lascia sulla mano un liquido rosso. Io un po’ disgustata lo rilascio dov’era: ”ma cosa fai?”

Nicole ed i suoi amici insetti: la sputasangue

“Mi difendo” mi risponde. ”Non ti conosco e quindi potresti anche volermi mangiare…”
“Ma no, sono Nicole, e parlo con voi insetti, per conoscervi meglio”
”Io sono la Timarcha tenebricosa, o sputasangue e quello che ho appena fatto si chiama autoemorrea riflessa!”
“Che cosa?”
“Perdo del liquido rosso disgustoso dalla bocca e dalle zampe, come avvertimento per gli uccelli, così non mi mangiano”
“Ecco perché te ne vai così piano. Non hai paura di nulla?”
“Infatti, tra l’altro non posso neanche volare, non ho le ali e quindi ho dovuto trovare un trucco per difendermi”
“Con i riflessi del sole non mi sembri più nera…vedo un colore quasi viola”
“Si sono blu viola.. sono un maschio, lo sai?”
“E come faccio a riconoscerti?”
“Vedi le mie zampe? Beh, per dirla come voi umani, porto la 45 di scarpe, mentre le femmine hanno il piedino da fata”
“In effetti hai proprio un piedone…e sotto mi sembra strano”

Nicole ed i suoi amici insetti: la sputasangue

“Sono dei tarsi dilatati che terminano con una specie di disco adesivo e mi servono ad afferrare per bene la femmina durante l’accoppiamento, così non scappa!” dicendo ciò ridacchia..
“Ma le vostre larve sono uguali a voi?”
“No, somigliano a dei bruchi, ma sono cicciotte e non dure. Vivono solo su alcune specie di piante, soprattutto la strozzafratte (Rubia peregrina)”
“Perché si chiama così?”
“Perché è una pianta appiccicosissima, e fa anche molto male se provi a strapparla!”
Guardando bene dove l’avevo trovata, riconosco la pianta di cui mi sta parlando e provo a toccarla: subito si attacca alla mia maglietta ed è ruvidissima.

Nicole ed i suoi amici insetti: la sputasangue

“Ma come fate a mangiare questa roba?”
“Ci siamo abituati ormai, Lo sai che sei proprio simpatica, scusami per prima. Il mio liquido comunque non ti farà male, non ti preoccupare. Ora ti saluto”
Dicendo così se ne va: io mi guardo la mano, ancora coperta di questo liquido rosso scuro, ma non mi fa più schifo ormai…Sono proprio felice di aver saputo più cose di questo insetto…

Nicole ed i suoi amici insetti: la sputasangue

di Aldo Marinelli del 19 ottobre 2016

Natura


E' tempo di gelsi a Ostia

E' tempo di gelsi a Ostia

Sono quasi maturi i gelsi in via dei Velieri a Ostia

di Aldo Marinelli del 28 giugno 2017

 
È tempo di cicale

È tempo di cicale

Il frinire di questi insetti è la colonna sonora delle nostre estati: scopriamo qualcosa in più della loro biologia

di Aldo Marinelli del 25 giugno 2017

 
Lezioni sul mare: come nasce una seppia

Lezioni sul mare: come nasce una seppia

Facciamo scoprire ai bambini le meraviglie della natura a portata di mano

di Aldo Marinelli del 20 giugno 2017

 
Nicole e i suoi amici insetti: la cetonia dorata

Nicole e i suoi amici insetti: la cetonia dorata

Un nuovo episodio dedicato agli insetti, in cui una bimba di sei anni ha il potere di decifrare il linguaggio di questi animali

di Aldo Marinelli del 08 giugno 2017

 
Il parrocchetto monaco nel centro di Ostia

Il parrocchetto monaco nel centro di Ostia

A Ostia centro i parrocchetti monaco hanno iniziato a nidificare

di Aldo Marinelli del 30 aprile 2017

 


Curriculum |m@il | © 2013 2017 LaMiaOstia la mia ostia

Registrazione presso il Tribunale di Roma n.143/2016 dell'11 luglio 2016