venerdì 28 febbraio 2020
La mia Ostia
facebook youtube instagram twitter pinterest

Inaugurazione delle pietre di inciampo dedicate ai profughi Giuliano-Dalmati

La famiglia Gaspardis e Penso ha vissuto ieri una giornata emozionante all'insegna del ricordo



Giornata importante ed emozionante per la famiglia Gaspardis e Penso nostri concittadini ostiensi.


Inaugurazione delle pietre di inciampo dedicate ai profughi Giuliano-Dalmati


Ieri sono state inaugurate le pietre di inciampo nel quartiere Giuliano-Dalmata sulla Laurentina, a ricordo dei profughi giuliano-dalmati della seconda guerra mondiale grazie alla legge n.92 del 30 marzo 2004 che ha istituito il giorno del Ricordo dedicato ai cittadini d'Istria.

Inaugurazione delle pietre di inciampo dedicate ai profughi Giuliano-Dalmati


Paola Gaspardis, figlia del fiumano Franco Gaspardis, con la mamma Niella Penso, anch'essa fiumana e protagonista di queste bellissime interviste degli scorsi anni (Link e Link) ha vissuto un momento così forte che vuole condividerlo con noi.
"Non è stata solo una giornata di commemorazione, ma qualcosa di più. Innanzitutto per la presenza della fanfara dei bersaglieri che dopo l'inno nazionale ha accompagnato la deposizione della corona d'alloro sul cippo carsico, un monumento per tutti i caduti dalmati e giuliani in qualsiasi circostanza e in qualsiasi guerra. Questo cippo è stato trasferito qui dal Carso, dove mia mamma e papà deposero il loro bouquet di nozze.

Inaugurazione delle pietre di inciampo dedicate ai profughi Giuliano-Dalmati


Inaugurazione delle pietre di inciampo dedicate ai profughi Giuliano-Dalmati


La manifestazione è iniziata davanti alla stazione Laurentina dove è stata depositata la prima corona al monumento dedicato alle foibe.

Inaugurazione delle pietre di inciampo dedicate ai profughi Giuliano-Dalmati


La commemorazione è continuata nella Chiesa di San Marco Evangelista in Agro Laurentino dove è esposto il leone di San Marco, presente anche nel museo Fiumano.

Inaugurazione delle pietre di inciampo dedicate ai profughi Giuliano-Dalmati


Inaugurazione delle pietre di inciampo dedicate ai profughi Giuliano-Dalmati


Inaugurazione delle pietre di inciampo dedicate ai profughi Giuliano-Dalmati


Inaugurazione delle pietre di inciampo dedicate ai profughi Giuliano-Dalmati


Sul sagrato della chiesa era presente un enorme tricolore per celare la nuova opera fortemente voluta da un esule istriano sostenuta dal IX Municipio: un profilo dell'Istria con le pietre di inciampo.

Inaugurazione delle pietre di inciampo dedicate ai profughi Giuliano-Dalmati


Inaugurazione delle pietre di inciampo dedicate ai profughi Giuliano-Dalmati


Vedere quelle pietre è stata un'emozione unica, per me un momento importantissimo accanto alla mia mamma. Dal punto di vista storico, un messaggio che vuol essere di monito per tutto ciò di brutto sta accadendo tuttora nel mondo. Dal punto di vista personale, per mantenere la nostra storia e le nostre tradizioni che non abbiamo potuto continuare ad avere nel luogo di nascita. Una terra italiana che è stata ceduta col trattato di Parigi e che ha iniziato il processo di migrazione verso la Yugoslavia di Tito. Rimanere li sarebbe voluto dire rinunciare a tutto, dalla propria lingua ai propri sentimenti. Piano piano tutto ciò è stato ricostruito qui: quest'opera nel quartiere giuliano-dalmata è la prima in assoluto nel mondo.
La giornata si è conclusa con il concerto di fisarmoniche e di Francesco Squarcia, noto Maestro di viola di origine fiumana.


Inaugurazione delle pietre di inciampo dedicate ai profughi Giuliano-Dalmati



di Aldo Marinelli del 09 febbraio 2020

Speciali


Torna il Carnevale nei giardini di Lido Centro

Torna il Carnevale nei giardini di Lido Centro

Grande festa nei giardini di Lido Centro organizzata da Retake Roma Ostia in collaborazione con La mia Ostia

di Aldo Marinelli del 23 febbraio 2020

 
Stefano Fioretti, il Vigile del Fuoco di Ostia che ha salvato i tre bambini di Ischia

Stefano Fioretti, il Vigile del Fuoco di Ostia che ha salvato i tre bambini di Ischia

Stefano, Vigile del Fuoco nella caserma di Ostia, insieme al suo collega Marco De Felici, racconta come ha portato in salvo i tre bambini di Casamicciola, Paqualino, Mattias e Ciro, intrappolati sotto le macerie del terremoto

di Aldo Marinelli del 05 settembre 2017

 
Perchè ad Ostia si vede l'alba sul mare?

Perchè ad Ostia si vede l'alba sul mare?

Analizziamo i movimenti del sole all'alba e al tramonto nel corso di un anno; da novembre a febbraio sia l'alba che il tramonto sono visibili sul mare, come riferimento il nostro pontile

di Aldo Marinelli del 16 settembre 2016

 
L’eredità di Ecce Bombo

L’eredità di Ecce Bombo

Come farsi capire da chi non vuol capire? La fatidica storia delle albe sul mare a Ostia

di Aldo Marinelli del 21 gennaio 2020

 
Curriculum |m@il | © 2013 2017 LaMiaOstia la mia ostia

Registrazione presso il Tribunale di Roma n.143/2016 dell'11 luglio 2016